menu
CONTATTARCI

Il Parco di Caterina

Il Parco di Caterina è uno dei migliori monumenti dell'arte del giardinaggio paesaggistico. Il suo comprensorio, riccamente decorato con vari padiglioni e ponti, rappresenta la perla di "Carskoe Selo".

Fatti interessanti

  • Le bellezze del Parco di Caterina sono immortalate in una delle poesie del grande poeta russo A.S. Puškin nella quale questi descrive le sculture in marmo del Vecchio Giardino che lo avevano affascinato.
  • Sotto il governo sovietico, il complesso del palazzo e del parco fu nazionalizzato e trasformato in un museo. Durante la Seconda guerra mondiale, le truppe tedesche distrussero circa un quarto di tutti gli alberi. I lavori di restauro ebbero inizio prima della fine della guerra.
  • Nel Parco di Caterina, le autorità mettono in atto una rigorosa politica di protezione ambientale. Grazie a tali misure, è luogo è riconosciuto come il quartiere più pulito di San Pietroburgo.

Storia

Fino all'inizio del XVIII secolo, al posto del parco si trovava "Saarskoe selo", che apparteneva agli svedesi. Dopo la vittoria nella Grande guerra del Nord, Pietro I lo intestò a sua moglie, Marta Skavronskaja. Nel 1717 iniziò la costruzione del palazzo e nel 1722 fu piantato il parco.

Nel parco, le principali opere paesaggistiche furono eseguite sotto Caterina la Grande, negli anni '60 del 1700. La somiglianza con il paesaggio naturale è data da migliaia di alberi e arbusti differenti, dagli stagni e dai canali artificiali.

Una buona parte del parco è occupata da un grande stagno, al centro del quale si trova un lussuoso padiglione. La particolarità del parco è costituita dalla mancanza di attrazioni acquatiche naturali come laghi e fiumi. Tutto è stato creato dalla mano dell'uomo.

Nell'estate del 1831, il grande poeta russo A.S. Puškin occupava una dacha a Carskoe Selo. È qui che egli completò il suo immortale romanzo "Eugenio Onegin". Inoltre, egli menzionò vari luoghi monumentali di "Carskoe Selo" in altre sue opere.

Cosa vedere?

  • Il Palazzo di Caterina, la maggiore gemma del parco. Stupisce per la sua sfarzosa decorazione e rappresenta senza dubbio un monumento della cultura non solo europea ma mondiale.
  • Il padiglione dell'Ermitage costituisce una seconda versione del lussuoso del palazzo. Alcuni specialisti lo definiscono una "copia in piccolo". I due edifici sono direttamente collegati da un viale, camminando per il quale ci si ricorda dei tempi di Caterina. Accanto si trova la Cucina del Ermitage che si distingue da tutto l'insieme per il suo stile gotico.
  • La Galleria Cameron L'edificio è situato su di un promontorio e offre una vista eccellente sul parco e sul Lago. Tra il palazzo e la Galleria Cameron c'è il padiglione della "Sauna fredda", destinato ai bagni della famiglia imperiale.
  • Due colonne, la "Piccola Rostrata" e la "Colonna Chesme", sono state erette in onore della vittoria della flotta russa contro i turchi.
  • Il Ponte di Marmo (Palladiano), il cui stile appare come "importato" dai tempi dell'Antica Grecia, incanta i turisti.

Visita guidata al parco di Caterina

Puoi prenotare un tour privato con una delle nostre guide di lingua italiana direttamente al nostro sito web.

Se siete interessati ad uno o più dei nostri servizi,
vi invitiamo a compilare il modulo e ottenere un preventivo gratuito senza impegno.
PRENOTA ESCURSIONE
RICHIESTA DI PREVENTIVO
Gratuita e senza impegno
Vi preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori
Thank you for contacting us! Our manager will be in touch as soon as possible to finalize the details. Close